Richiesta Informazioni

Saluber consiglia!

Le formiche, appartenenti all’ordine degli Imenotteri, sono insetti sociali così come api e vespe. Nelle loro società, che variano in dimensioni e in organizzazione a seconda delle specie, vi è una classe riproduttiva costituita dalle regine e dai maschi e una lavorativa costituita da femmine sterili, dette operaie.

Ad oggi sono state descritte oltre 12000 specie, ma secondo gli esperti il numero delle specie esistenti è probabilmente molto più elevato. Ogni anno, infatti, si scoprono specie nuove soprattutto grazie ai progressi della ricerca scientifica. Nei primi anni ’90 ad esempio si contavano circa 9000 specie.

Apparentemente innocue, possono provocare in realtà serie problematiche e importanti danni negli ambienti in cui riescono a penetrare. Oltre a trovarle nei luoghi all’aperto, alcune di loro riescono ad entrare negli edifici e sostenute da robuste mandibole, nidificano nel legno delle travi, dagli stipiti di porte e finestre, dei battiscopa, sotto i pavimenti, nelle crepe dei muri, provocando danni alle strutture interessate. Altre ancora possono provocare cortocircuiti nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. A volte, inoltre, attratte dai residui alimentari, possono insudiciare gli stessi alimenti e causare malattie veicolando germi patogeni nelle nostre case, ma anche nelle industrie di preparazione e confezionamento dei cibi, in ristoranti e bar, nelle mense degli ospedali ed in altri luoghi pubblici nei quali creano anche un serio danno d’immagine. Se si tratta di un’infestazione di un numero ridotto di formiche, i danni che possono essere creati non sono così ingenti, ma è sempre il gran numero di individui che compongono il formicaio a creare veri problemi. Per la loro capacità di adattamento e velocità di riproduzione, se agevolate dalle condizioni ideali, le formiche possono formare velocemente colonie di dimensioni ragguardevoli ed è per questo che bisogna agire preventivamente con il fine di evitare infestazioni massive. Appare evidente dunque, l’importanza di monitorare la situazione in atto ed agire sui formicai tenendo conto sempre del fatto che sono insetti sociali, quindi vanno colpite le colonie ricercando i nidi.

Le tecniche di intervento sono differenti (esche granulari,  gel, insetticidi microcapsulati). A tal proposito, risultano particolarmente efficaci le esche insetticida ma il nostro consiglio è quello di evitare di intervenire autonomamente con delle tecniche fai da te.

Qualora doveste trovarvi di fronte ad una emergenza o a dei primi avvistamenti di questo infestante in casa o in altri contesti, conviene rivolgersi ad esperti del settore, tenendo in conto che un eventuale intervento di disinfestazione non è assolutamente invasivo.

Perciò se avrete a che fare con uno o più tipi di formiche (in primavera inoltrata iniziano gli avvistamenti anche delle formiche con le ali) non esitate a contattarci per un parere qualificato e un sopralluogo presso il luogo contaminato. Noi siamo a vostra completa disposizione!

Anche per questo mese noi di Saluber abbiamo voluto darvi il nostro consiglio con il solo obiettivo di difendere i vostri spazi!

 

www.saluber.it

 

๐Ÿ“ž800374805
๐Ÿ“ฉQuesto indirizzo email รจ protetto dagli spambots. รˆ necessario abilitare JavaScript per vederlo.
๐Ÿ”นwww.facebook.com/saluber.disinfestazioni

 

#Saluber #Disinfestazioni #DifendiamoIlTuoSpazio